Cassa Previdenza

A fronte del lavoro, il sistema di sicurezza sociale prevede che obbligatoriamente, debbano essere versati i contributi previdenziali, cioè somme di danaro, diversamente calcolate a seconda del tipo di attività svolta, che alimentano un monte ( detto Fondo, Cassa o Gestione previdenziale ) cui si attinge:

  1. nel corso della vita lavorativa del contribuente a causa di:
    • cessazione del rapporto di lavoro
    • diminuzione della capacità lavorativa
    • necessità di sostegno del reddito familiare
  2. alla fine della vita lavorativa, per la liquidazione della pensione.

Per assicurare la tutela previdenziale obbligatoria in favore degli Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d’Infanzia, che esercitano l’attività in forma libera professionale, il 24 marzo 1998 con decreto del Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, emanato di concerto con il Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, a seguito del decreto legislativo 10 febbraio 1996, n.103, é stato istituito L’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione InfermieristicaIn sintesi, l’Ente eroga prestazioni pensionistiche di vecchiaia, invalidità, inabilità, superstiti (di reversibilità ed indirette) ed indennità di maternità, ai sensi del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151. Dal 1 gennaio 2005 eroga anche prestazioni assistenziali a beneficio dei propri assicurati connesse alla presenza di uno stato di bisogno, di uno stato di malattia ed a titolo di contributo per spese funebri. […] Approfondisci 3


http://www.ipasvicrotone.it/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif download: Brochure ENPAPI (3.43MB)
descrizione: Servizi assistenziali

Con decorrenza dal 1 gennaio 2012 è istituita la Gestione Separata al fine di garantire, con modalità diverse, prestazioni previdenziali ed assistenziali agli Infermieri che svolgano l’attività libera professionale mediante contratti di collaborazione anche non abituale.